SLAM | PITTI IMMAGINE UOMO 97| FIRENZE

SLAM | PITTI IMMAGINE UOMO 97 |FIRENZE

Project Team: Wea, Wagner associati

Event: Pitti Immagine Uomo 97

Floor area: 550 sqm, Area Monumentale Le Grotte, Fortezza da Basso, Firenze

Photo: Tiziano Scaffai

Video: Mediamashstudio

Slam, la tecnica dell’infinito

La struttura rossa in legno e il ledwall dal sapore di mare sono il colpo d’occhio che invita a scendere, gradino dopo gradino. Accettiamo senza riserve, mentre all’entrata del tunnel fa capolino un logo, retroilluminato. 

Ed è così che entriamo nel regno di Slam, luogo in cui convivono due anime: il mare calmo e quello burrascoso, la ragione e il sentimento, la natura e l’uomo. L’abbigliamento tecnico delle sfide, e quello adattato alla vita di tutti i giorni. 

Là dove svetta la collezione, lo spazio si dissolve grazie ad un tunnel dalle tinte scure illuminato da frame luminosi a led. Uno sguardo a destra, un altro a sinistra e si aprono di colpo le stanze in cui riusciamo a scorgere i piumini con retroproiezioni che ricordano la città.

La sala riunioni in policarbonato è illuminata con luci blu, profonde e limpide come il mare.

Nessun video, nessuna immagine, solo la voce di Slam e One Ocean Foundation che ci raccontano l’importanza del riciclo.

Un infinity mirror ci proietta in uno spazio in cui non c’è fine, solo un continuo divenire. Un fluire costante, fatto della stessa sostanza del mare. 

Slam, equipped for infinity

The redwood structure and the sea-themed LED wall impress the eye and invite us down, step by step. We go willingly, and suddenly a backlit logo peeks out of the tunnel mouth.

And here we are in the domain of Slam, where two souls come together: the quiet and the stormy sea; sense and sensibility; nature and man. Technical clothing for unique challenges, and apparel for the day-to-day. 

In the area where the collection stands out, space fades away down a dark tunnel, lit by LED frames. 

Eyes to the right and then to the left, the rooms open up and we see the padded jackets with rear-projections that recall urban life. 

The polycarbonate meeting room is illuminated by blue lights, deep and pure like the sea. No videos, no images. Just the voices of Slam and One Ocean Foundation on the importance of recycling. An infinity mirror projects us into a never-ending space made by the very substance of the sea, where everything keeps flowing and becoming.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...